Catalogo #1 Primo Ciclo Espositivo

Vincitore Primo Ciclo Espositivo

Dario Di Franco è il vincitore del primo step espositivo Premio Art caffè Letterario con 133 voti su 729.

Clicca qui

per visitare il sito dell'artista.

Comunicato Stampa Primo Ciclo Espositivo Ottobre 2012

Esposizione Collettiva di Arte Contemporanea: Primo Ciclo Espositivo del Premio Art Caffè Letterario Prima Edizione.

A Cura: Pamela Cento, Sonia Mazzoli.

Coordinator: Valentina Marin.

Artisti: Alessandra Minotti, Carlo Quattrucci, Mario Rossi, Carlo Bazzoni, Giulio Cesare Matusali, D1 Davide Mastrullo, Alessandro Mengozzi, Maria Enrica Nardi, Maurizio Di Carlo, Giulia Latini, Matteo Bonfigli, Roberta Recanatesi, Eliana Paglione, Alessandro Ronchetti, Fabrizio Pariboni, Cristiano Mancini, Alisa Mulina, Corrado Delfini, Paolo Prinzi, Claudia Berardinelli, Roberta Conigliaro, Ferdinando Provera, Dario Di Franco, Saverio Feligini & Dada Knorr, Ernesto Galizia, Alessandro De Sanctis, Maria Carla Mancinelli.

Dove: Caffè Letterario, Via Ostiense 95, Roma (Metro Piramide).

Quando: Da venerdì 5 ottobre a giovedì 18 ottobre.

Inaugurazione: Venerdì 5 ottobre, dalle ore 19.00 alle 22.00;

alle ore 21.00: Performance dell’attrice Lucia Ciardo - testi poetici di Viola Di Massimo.

Info: 3492847925 - www.artcaffeletterario.com

Ufficio Stampa: Federica Camilloni.

Produzione: Caffè Letterario - Cento Produzioni Arte & Comunicazione.

I mille metri quadrati in  open space del Caffè Letterario, spazio tra i più conosciuti e interessanti della capitale, ospiteranno dal 5 ottobre 2012 fino a giugno 2013 la Prima Edizione del Premio Art Caffè Letterario.

Il Comitato di Direzione Artistica del Premio è composto dagli Architetti Vincenzo Pultrone e  Domenico Pasqua e dalle curatrici dall’esperienza Internazionale Pamela Cento e Sonia Mazzoli.

Il Caffè Letterario ciclicamente ospiterà, nell’arco temporale di nove mesi, Esposizioni ed Eventi dedicati a tutti i generi e linguaggi dell’Arte Contemporanea.

Le selezioni per i prossimi step espositivi sono ancora aperte.

Per il Primo Ciclo Espositivo del Premio saranno in mostra le opere d’arte di ventisette artisti selezionati dal Comitato di Direzione Artistica.

Alessandra Minotti partecipa al Premio con "L'immateriale leggerezza del bianco", opera che nasce dalla sperimentazione fotografica, sia per la tecnica usata che per la lavorazione in fase di sviluppo e stampa.

Carlo Quattrucci: opere, create con l’acrilico, dall’evidente richiamo Pop.

Mario Rossi: opere fotografiche dal forte dinamismo originato dal ritmo delle immagini sezionate e raggruppate nella composizione seriale.

Carlo Bazzoni: opere pittoriche realizzate con il cemento e una sapiente tecnica di colorazione tipica degli affreschi.

Giulio Cesare Maturali: gestualità veloce, ricca di piacere per il colore.

D1 Davide Mastrullo: opere nate direttamente dagli “errori” di una stampante, il risultato è l’essenzialità del tratto.

Alessandro Mengozzi: installazione inedita di televisori in ceramica ricchi di immagini che destabilizzano e rimandano al concetto dell’aggressione da parte dei mezzi di comunicazione di massa.

Maria Enrica Nardi: sinfonie visive digitali. Maurizio Di Carlo: città inquiete ed avveneristiche, come ne la “Città silenziosa”.

Giulia Latini: opere di grafica dal gradevole impatto estetico.

Matteo Bonfigli: opere di computer graphics che portano il fruitore dentro architetture industriali fantasmagoriche.

Roberta Recanatesi: opere di alto valore artistico, sia per l’originalità tecnica che di contenuto. Segni pittorici su radiografie esaltati da lightbox.

Eliana Paglione: fotografie in cui predomina l’astrattismo e il movimento.

Alessandro Ronchetti: disegni su legno che trattengono segni comunicativi che letti nel loro complesso veicolano un messaggio.

Fabrizio Pariboni: opere digitali che mettono l’uomo al centro. Volti, sguardi, immagini capaci di creare nel fruitore una visione nuova e diversa.

Cristiano Mancini: pittura acrilica sulla tela che diviene ricca di icone ironiche e contemporanee.

Alisa Mulina: esplora tensioni sociali, mitologia urbana e natura umana con un linguaggio nuovo che ha nasce da pittura e fili per un risultato estetico potente.

Corrado Delfini: opere realizzate con colori ad olio, gessi e colle su tela o tavola. Rappresentazioni del mondo esterno filtrato dal proprio modo di sentire e vedere.

Paolo Prinzi: paesaggi nati da un segno in continua sperimentazione che richiama la tradizione cercando allo stesso tempo di andare oltre.

Claudia Berardinelli: Figurativo che traduce momenti, linee architettoniche e attimi catturati nelle percezioni in movimento.

Roberta Conigliaro: scultura creata con la rete metallica, le cui trame compongono la figura femminile. Ferdinando Provera: opere realizzate grazie al proprio talento artistico e all’ausilio di uno scanner 3D.

Dario Di Franco: opere che scaturiscono da due tipologie di ricerca, quella pittorica con quadri realizzati con materiali plastici e acrilico e quella altrettanto sperimentale delle conserve d’artista, barattoli in vetro che chiudono e proteggono dal tempo elementi, concetti e sensazioni.

Saverio Feligini & Dada Knorr: collage raffinati che mettono in evidenza il disfacimento di valori politici, sociali ed esistenziali dell’Italia.

Ernesto Galizia: opere digitali che esaltano la forma pura.

Alessandro De Sanctis: bio-architetto esperto nelle tematiche relative alla sostenibilità ambientale ricicla frammenti che ricompone in collage.

Maria Carla Mancinelli: città e paesaggi visionari realizzati riciclando materiali di recupero.

UFFICIO STAMPA

Federica Camilloni

cammilloni.f@gmail.com